Partners

sabato 28 gennaio 2012

San Salvatore Telesino e… il Parco del Grassano


Lungo la superstrada che congiunge Caianello a Benevento si incontra l’uscita per San Salvatore Telesino: paese immerso in una natura incontaminata, in un territorio ricco di aree boschive, vigneti ed uliveti e ricco di numerose sorgenti d’acqua.
Originariamente San Salvatore Telesino corrispondeva all’antica Telesia Sannitica ed alla Telese colonia romana, ricordata dallo storico Tito Livio, di cui oggi sono visibili in un parco archeologico le antiche rovine della città. E’ possibile ammirare il circuito delle mura perimetrali in opera reticolata, le tre porte principali di accesso alla cittadina, le torri difensive di forma cilindrica ed i resti di una basilica paleocristiana con monumento funerario e resti di un edificio termale. Il primitivo borgo di San Salvatore Telesino si sviluppa, a partire dal X sec. sotto la dominazione Longobarda, intorno all’Abbazia. Da un documento risalente all’anno 1078 si dà notizia dell’esistenza di un monastero benedettino annesso all’Abbazia, che fu sede vescovile raggiungendo il massimo splendore nel secolo successivo. A seguito poi di un disastroso terremoto, nel periodo altomediovale si ebbe un decadimento della cittadina. Intorno al XVI sec. il piccolo casale di San Salvatore Telesino fu sottratto al controllo abbaziale, per passare nel possesso degli Aragonesi, infine della famiglia Gaetani dei Sanframondo e dei Carafa che ne amministrarono le rendite fino alla eversione della feudalità. Da visitare è la chiesa di Santa Maria dell’Assunta, di origine quattrocentesca, anche se l’edificio che attualmente vediamo ha avuto un rifacimento nel ‘700; la facciata presenta un portale architravato sopra il quale è posizionato un ampio pannello maiolicato raffigurante la Santa Vergine. La chiesa del SS. Salvatore, a tre navate, conserva all’interno l’originaria cripta ed una pittura parietale raffigurante Santa Scolastica databile intorno al cinquecento. Accanto alla chiesa sono visibili i ruderi dell’antico monastero benedettino. La ridente cittadina è solcata da un singolare corso d’acqua “Rio Grassano” che, dopo un lungo percorso sotterraneo emerge in superficie creando un suggestivo ed ameno sito naturalistico, luogo ideale per trascorrere durante il periodo primaverile ed estivo piacevoli scampagnate e passeggiate ecologiche immersi nella natura. Il parco turistico del Grassano ha una superficie di circa 120.000 mq ed è attraversato in tutta la sua lunghezza dal Rio Grassano. Il complesso delle sorgenti che costituiscono il Rio Grassano sono alimentate dalle acque sotterranee del settore orientale del Matese. Il parco turistico-naturalistico del Grassano offre la possibilità di effettuare gite in canoe o in kayak lungo il fiume, avvolti in uno spettacolare panorama di colori e suoni che la natura offre in ogni periodo dell’anno. Le acque sono così limpide e trasparenti che si può ammirare il fondo dove sono presenti varie erbe acquatiche che formano un’armonia di colori unici nel genere. E’ l’habitat ideale per diverse specie di uccelli acquatici ivi presenti durante le varie stagioni dell’anno. L’invito è quello di trascorrere un piacevole week-end nelle strutture agrituristiche ed alberghiere che il territorio offre, gustando la gastronomia locale fatta di piatti semplici, a base di carni e verdure genuine, precedute da un buon primo piatto fatto di pasta fatta in casa condito con sughi a base di carne. Un buon bicchiere di vino locale accompagna le pietanze, per finire con i dolci che assumono un sapore particolare per i loro ingredienti semplici e naturali. Da gustare è la torta di mele annurche e miele di acacie specialità pasticciera tipica del luogo.

Come arrivare:

Da Nord via Roma: Autostrada A1 uscita Caianello e proseguimento per Benevento uscita San Salvatore Telesino.
Da Nord via Pescara: Autostrada A14 con uscita a Termoli e proseguimento per Boiano – Benevento quindi direzione Caianello uscita san salvatore Telesino.
Da Napoli - Caserta: Autostrada A1 con uscita a Caserta Sud – Maddaloni poi Fondo valle Isclero uscita San salvatore Telesino.
Da Bari: Autostrada A16 con uscita a Benevento e proseguimento per Caianello uscita San Salvatore Telesino.
Da Salerno - Avellino: Autostrada A16 con uscita a Benevento e proseguimento per Caianello uscita San Salvatore Telesino.

da ENTE TURISMO BENEVENTO

Nessun commento:

Posta un commento

Questa è la visita numero

Si è verificato un errore nel gadget